MOLTO IMPORTANTE

Le informazioni sull'offerta didattica per il 2017/18, nonché le news aggiornate, sono disponibili sulle pagine web del catalogo corsi di laurea Sapienza:

Laurea in Ingegneria informatica e automatica:
https://corsidilaurea.uniroma1.it/it/corso/2017/ingegneria-informatica-e-automatica

Laurea magistrale in Ingegneria Informatica:
https://corsidilaurea.uniroma1.it/it/corso/2017/ingegneria-informatica

Laurea magistrale in Intelligenza artificiale e robotica:
https://corsidilaurea.uniroma1.it/it/corso/2017/intelligenza-artificiale-e-robotica

Tu sei qui

Progetto equipollente a tirocinio

Italiano

Introduzione

Il progetto equipollente a tirocinio può essere svolto dagli studenti del curriculum in Sistemi Informatici in sostituzione dell stage aziendale e consente al laureando triennale di conseguire sei crediti e di accedere alla prova finale.

Svolto direttamente sotto la supervisione di un docente della Facoltà di Ingegneria e/o del Dipartimento di Ingegneria Informatica Automatica e Gestionale, denominato relatore del progetto equipollente a tirocinio, consiste nello svolgimento di attività per il raggiungimento di obiettivi definiti dal docente, in accordo con lo studente e approvati dal Consiglio d'Area Didattica. Le attività vengono svolte presso una struttura messa a disposizione dalla facoltà/dipartimento.

Attivazione progetto equipollente a tirocinio

Per attivare un progetto equipollente a tirocinio lo studente dovrà innanzi tutto contattare i docenti della Facoltà di Ingegneria e/o del Dipartimento di Ingegneria Informatica Automatica e Gestionale allo scopo di individuare proposte che lo possano interessare. Il contatto avverrà attraverso il servizio di ricevimento studenti, eventualmente dopo la consultazione delle pagine Web dei docenti. 

Una volta concordati i contenuti del progetto equipollente a tirocinio, lo studente fa pervenire alla segreteria didattica del DIAG il modello Mod. B Int (descrizione progetto) debitamente compilato (è richiesta anche la firma del relatore). La pratica segue un iter preciso (accettazione, analisi ed approvazione), al termine del quale il progetto equipollente a tirocinio è da considerarsi attivo. I tempi per il disbrigo della pratica sono di norma inferiori a una settimana.

Svolgimento progetto equipollente a tirocinio

Durante il progetto equipollente a tirocinio lo studente opera sotto la supervisione diretta del relatore e/o suoi collaboratori, ricevendo assistenza e consigli.

Conclusione progetto e prova finale

Alla conclusione del progetto equipollente a tirocinio il relatore deve compilare un modulo di valutazione (Mod. C), facendolo pervenire in forma riservata, e in particolare non attraverso lo studente, alla segreteria didattica del DIAG via e-mail.

La prova finale consiste nella redazione, da parte dello studente, di una relazione sulle attività del  progetto equipollente a tirocinio e nella sua sintetica presentazione (durata approssimativa: 20 minuti) a ad un docente valutatore, il quale verifica l'effettivo conseguimento degli obiettivi assegnati allo studente, già approvati dal Consiglio d'Area Didattica. A valle della presentazione il docente valutatore farà pervenire alla segreteria didattica una valutazione sulla qualità della presentazione e sull'effettivo conseguimento degli obiettivi previsti; a tale scopo viene utilizzato il Mod. V (documento interno).

Il Consiglio d'Area Didattica incarica espressamente il docente (differente dal relatore) al quale dovrà essere effettuata la presentazione. Il nominativo del docente viene comunicato allo studente il quale è tenuto a contattare per tempo il docente per fissare uno specifico appuntamento.

 

 

 

Facebook logo Seguici su Facebook!